Lino

Product Description

Per pane, biscotti, insalate,macedonie, muesli, yogurt...ma anche per regolarizzare l'intestino, grazie al contenuto di fibra e mucillagini.

Linum usitatissimum L., fam. Linaceae
Parte utilizzata i semi che contengono mucillagine (5-6%), acido linoleico, linolenico, proteine e omega-3.

Messi a rigonfiare in acqua per qualche ora, svolgono un' attività di regolazione intestinale, adatta per agevolare il transito intestinale nelle persone che non tollerano trattamenti con antrachinoni.
La mucillagine è inoltre lenitiva a livello gastrico ed è utilizzata come lucidante e nutriente in impacchi sui capelli.

I semi di lino (o la farina) si usano anche per cataplasmi caldi (i papin ) da applicare sul petto in caso di tosse o bronchite o raucedine legata a catarro. Occorrente per due sacchettini di spessore circa 1 cm (per avere un cambio) : 200 g di semi di lino o di farina di semi  di lino, in un pentolino aggiungere acqua fino a coprirli di circa 2 cm , cuocere fino a bollitura  finché si addensano e assumono la consistenza di una polenta  mucillaginosa. Mettere questa pappa di lino sistemandola  in 2 sacchetti di plastica per alimenti  (quelli che vanno in congelatore tipo cuki ) in modo che abbia uno spessore di circa 1 cm ciascuno, chiuderli con la fascetta in modo che non esca fuori,  e poi applicarla sul petto, avvolgendola in  asciugamano sottile o in un panno di lana, in modo che non bruci il petto ma conservi a lungo il calore.  Tenerla sul petto finchè è bella calda (circa 20 minuti), e usare l'altro sacchettino che si può scaldare a bagno maria o in microonde per avere un cambio caldo. Ripetere 3-4 volte .

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi