Consigli per un buon sonno

I disturbi della sfera del sonno sono in aumento nella popolazione, e spesso toccano anche i bambini e gli adolescenti.
Oltre ad un discorso di ansia, che si manifesta sovente con la difficoltà nel prendere sonno e di sindromi depressive , spesso correlate a sonno disturbato, leggero, con incubi , agitazione e risvegli ripetuti , e che vanno affrontati quando diventano condizioni limitanti anche  con un supporto psicologico adeguato, il mondo delle erbe ci può offrire una serie di aiuti che insieme a poche regole per l’ “igiene del sonno” possono portare grandi benefici .
Buone regole quando si va a dormire:
Non dimentichiamo di mantenere orari regolari quando si va a dormire ed anche una sveglia regolare (a parte la domenica! ), andare a dormire quando si sente sonno ed entro una certa ora predeterminata, per regolarizzare il naturale ritmo sonno veglia;
Evitare di  svolgere attività fisica dopo cena, perchè lo sport mette in moto l’adrenalina e dà la carica;
Curiamo l’alimentazione, soprattutto dal dopo pranzo alla cena , riducendo sostanze nervine, carboidrati raffinati e fonti di zucchero, oltre all’alcool: non eccediamo o limitiamo al massimo caffè e tè nero e bevande energetiche o la cola, che sono sostanze che svegliano ed eccitano il sistema nervoso , così come riduciamo il più possibile bevande alcoliche ed eliminiamo i super alcolici,  i cibi  zuccherini, il  cioccolato;
Riduciamo l’uso di smartphone e tablet alla sera, perchè la loro luce azzurrina agisce negativamente  sulla produzione della nostra melatonina ed attiva il sistema nervoso .
Dormiamo in una camera ben aerata, buia, non calda nè troppo asciutta, possibilmente silenziosa, senza ascoltare trasmissioni radiofoniche dove parlano ( piuttosto preferiamo sottofondi musicali con suoni della natura).
Il latte bianco , se vi piace può conciliare il sonno, poichè contiene triptofano un precursore della serotonina .
Possiamo poi assumere, già nel tardo pomeriggio ed alla sera estratti di erbe e tisane rilassanti eccone un elenco: il biancospino se vi è anche un po’ di tachicardia, fiori di tiglio per l’irrequietezza, passiflora, melissa, luppolo, scutellaria, withania, meliloto, maggiorana,  camomilla romana, valeriana, escolzia, papavero, verbena odorosa.

erica

shop_manager