Autunno…a proposito di difese immunitarie

Autunno. Questa stagione intermedia, che la natura ha adornato di caldi colori e frutti nutrienti è un momento ideale per sostenere il nostro corpo e preparare il nostro sistema immunitario a rispondere adeguatamente ai freddi invernali e ai malanni di stagione, primi tra tutti le malattie da raffreddamento (influenze, tosse, mal di gola, otiti, sinusiti).La natura ci offre molte valide scelte. Tra le erbe più affermate come immunostimolanti vi è senza dubbio L’ ECHINACEA angustifolia (meglio se in estratto secco standaridizzato e titolato al > 2% in echinacoside; > 5% in polisaccaridi; < 0,1% in isobutilamidi), abbinata a Vitamina C., l'ERICA, immuno modulante , utilizzabile anche durante gli episodi acuti in cui il sistema immunitario è già attivato nelle difese, per velocizzare il recupero; alcuni ceppi di probiotici brevettati di STREPTOCOCCUS SALIVARIUS, in caso di ricorrenti otiti, laringiti e faringiti (adulti e bambini ); L'UNCARIA tomentosa (unghia di gatto) che possiede azione antivirale e antinfiammatoria, che suggerisco in caso di herpes ricorrenti, la vitamina D, stimolante il sistema immunitario e nervoso, particolarmente utile nei periodi autunnali, invernali o quando non si ha possibilità di passare molto tempo alla luce naturale del sole,l'ASTRAGALO, che associa alla funzione immunostimolante anche l'effetto tonico di sostegno. Ma perchè e a chi serve stimolare il sistema immunitario? Un sistema immunitario efficiente aiuta ad ammalarsi di meno, o prendere il raffreddamento in forma attenuata e recuperaare più velocemente la ripresa. Consiglio dei cicli autunnali di questi preparati a tutti coloro che sono soggetti più episodi all'anno di influenza o di altre affezioni ricorrenti come infezioni sostenute da virus o batteri che tendono a portare delle recidive da cui si guarisce molto lentamente. Alcuni esempi ? può essere un aiuto ha chi capitano più episodi ripetuti di herpes labiale,ma anche chi va incontro a frequenti problematiche della pelle come verruche, micosi della pelle tipo piede d'atleta,o ancora, soprattutto nella donna, candidosi, cistiti, che insistono su un particolare punto di debolezza. E' una prevenzione razionale anche per coloro che frequentano abitualmente luoghi affollati o hanno da relazionarsi continuamente con il pubblico o comunità ampie di persone (es. viaggiatori, insegnanti, bambini in età scolastica e studenti, operatori sanitari, autisti e utenti di mezzi pubblici, commercianti, …). Ci sono poi invece persone che per necessità non devono proprio stimolare il sistema immunitario velocizzandone la risposta, e mi riferisco a coloro che stanno facendo delle cure per tenere basse volutamente la risposta immunitaria di difesa dell'organismo: è ad esempio il caso di persone che hanno subito un trapianto d'organo e seguono terapia antirigetto, oppure sono in trattamento con cortisone (corticosteroidi) o con patologie sistemiche progressive o autoimmuni, quali tubercolosi, malattie del collagene, sclerosi multipla, AIDS o patologie HIV-correlate.In questi casi si può agire, valutando il rimedio più idoneo e sotto controllo medico.Anche le donne in gravidanza dovrebbero concordare con il proprio medico curante l'assunzione di questi preparati.Generalmente consiglio di iniziare il ciclo di prevenzione a inizio ottobre e proseguirlo fino a fine gennaio,con pausa di una settimana tra un mese e l'altro, per coprire l'intera stagione. In caso di necessità si può iniziare il trattamento in qualunque momento dell'anno e proseguirlo anche per periodi superiori ai 3 mesi, sempre seguendo intervalli regolari attenendosi ai protocolli validati. Fotografia di Torino di Gianluca Cericola

erica

shop_manager